Monitoraggio di centri dati

Le linee guida relative a temperatura e umidità nei centri dati fissate dall'American Society of Heating, Refrigeration, and Air Conditioning Engineers (ASHRAE) hanno dato vita ad una serie di norme ampiamente accettate che stabiliscono i set point ottimali di temperatura e umidità relativa per i centri dati. Le linee guida sono state presentate nel documento 2016 ASHRAE Date Center Power Equipment Thermal Guidelines and Best Practices (si veda l'immagine). Limiti di temperatura: 18...27 °C. Limiti di umidità relativa: 40...60 %UR. Limiti di punto di rugiada: 5,5...15°Cdp.

È anche di fondamentale importanza stabilire dove viene effettuata la misurazione della temperatura; a tal proposito ASHRAE consiglia i seguenti punti: aria di ingresso al server, aria di scarico del server, temperatura di mandata a pavimento, temperatura dell'aria di ritorno dell'unità HVAC, temperatura di mandata dell'unità di climatizzazione della sala computer. Minore è la temperatura di mandata dell'aria nel centro dati, maggiori saranno i costi di raffreddamento (che rappresentano un capitolo di spesa significativo per l'utente dei centri dati).

Si può ricorrere al monitoraggio della pressione differenziale per controllare variazioni di temperatura nei centri dati con un layout di corridoi caldi e corridoi freddi.

  • Monitoraggio di temperatura, umidità relativa, punto di rugiada e pressione differenziale
  • Taglio dei costi e aumento della qualità
  • Strumenti che garantiscono la massima precisione disponibile sul mercato

Avete domande? Contattaci!

 

Prodotti consigliati